FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Valdobbiadene: tutto vibra nel sound del Jazz

Dal 4 al 6 ottobre, tredici concerti e più di cinquanta musicisti nella città dei colli patrimonio dell’Umanità Unesco

Valdobbiadene: tutto vibra nel sound del Jazz

Cinquanta musicisti tra i più bei nomi del panorama jazzistico internazionale in arrivo da mezzo mondo, splendide location per i diversi spettacoli e jam session, tredici concerti; intorno a tutto questo c’è Valdobbiadene, la bella città in provincia di Treviso i cui dintorni dediti alla viticoltura hanno ricevuto di recente, insieme alle colline del Prosecco, il riconoscimento dell’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. ValdobbiadeneJazz dà appuntamento agli appassionati da venerdì 4 a domenica 6 ottobre con ritmi, musica, concerti e appuntamenti di grande interesse.

L’evento, alla sua prima edizione, punta a trasformarsi in un appuntamento ricorrente. Tra gli ospiti di quest’anno figurano nomi famosi, tra cui Sarah Jane Morris, icona del jazz moderno, Paul Millns, I Licaones, Helga Plankensteiner, Max Lazzarin, Elisabeth Geel e molti altri, che si apprestano a far vibrare di musica la città, in diverse location cittadine: il teatro Bocassino, l’auditorium Piva, piazza Marconi, ma anche cantine e locali del centro cittadino.

Il programma, con la direzione artistica di Vincenzo Barattin (agenzia di spettacolo ArteRitmi), consente agli spettatori di non perdere alcun evento, perché non ci sono sovrapposizioni di date e orari: la tre giorni può così essere vissuta come una entusiasmante maratona. Evento nell’evento, è la presentazione del libro di Enrico Merlin dedicato a “Miles Davis 1959”, un mostro sacro del jazz, con la partecipazione di David Boato, una delle più apprezzate voci trombettistiche internazionali.

Il Festival ha anche il merito di aver saputo costituire una solida rete fra istituzioni, operatori del commercio e produttori vitivinicoli locali, con lo scopo di valorizzare il salotto buono della città e le attività che lo racchiudono, dando forma e sostanza ad un vero e proprio investimento di marketing territoriale, stimolando la crescita del turismo anche alla luce del recente riconoscimento dell’UNESCO. Il Jazz, da sempre, esercita un grande potere attrattivo su un pubblico vasto ed eterogeneo, al quale in concomitanza con il Festival, è offerta la possibilità di approfondire la conoscenza del territorio, la sua storia e le sue tradizioni enogastronomiche. Questo progetto innovativo ed organico gode del patrocinio del Touring Club Italiano, della Regione Veneto, del CUOA di Altavilla Vicentina, e coinvolge alcune scuole secondo progetti di alternanza scuola-lavoro, con gli studenti chiamati ad occuparsi di accoglienza, supporto tecnico e social media.

Il Festival è stato ideato e organizzato dal Consorzio Valdobbiadene, con il sostegno dell’amministrazione comunale, l’apporto di Banca di Credito Cooperativo Prealpi San Biagio, e la collaborazione di Seit Elettronica, Trattoria alla Cima, Confraternita di Valdobbiadene, delle cantine Bisol, Bortolin Angelo, Bortolomiol, Col Vetoraz, Fasol Menin, Mionetto, Produttori Valdobbiadene, Valdo Spumanti, Villa Sandi, di Hotel Diana, Ca’ Natalia, La Casetta, i bar Roma e Fiori.

Informazioni sul sito Internet: www.valdobbiadenejazz.com/

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali