FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tahiti, non solo magnifiche spiagge ma anche tanta cultura

Dal museo dedicato a Paul Gauguin a suggestivi siti che raccontano le radici dei polinesiani

Le Isole di Tahiti nell’Oceano Pacifico sono celebri per le loro innumerevoli bellezze naturali, che spaziano dalle spiagge da sogno a paesaggi senza uguali, dalle lagune blu alle vertiginose e verdi cime montuose. Ma non tutti sanno che la Polinesia Francese custodisce anche rilevanti tesori culturali.

Tahiti, non solo magnifiche spiagge ma anche tanta cultura

Dal museo dedicato a Paul Gauguin a suggestivi siti che raccontano le radici dei popoli polinesiani

leggi tutto

Tahiti ha una storia e tradizioni affascinanti anche perché così remote e diverse da quelle del mondo occidentale. Un fascino potente che attirò in questi lidi tanti artisti, tra cui Paul Gauguin che le trasfigurò nei suoi magnifici quadri. Ecco alcuni siti da visitare per conoscere meglio queste isole paridisiache.

Raiatea, il Marae Taputapuatea - Dopo diversi anni di attesa, a luglio 2017 questo significativo sito sacro sull’isola di Raiatea è stato riconosciuto Patrimonio UNESCO. Presso il Marae, prima dell’arrivo dei missionari europei, venivano celebrate molte delle principali cerimonie tra le centinaia di pietre che i polinesiani credevano custodissero il Mana, fonte di forza spirituale. Ancora oggi è possibile visitarlo e percepirne la forza simbolica.

Huahine, Fare Pote'e - Nella cittadina di Maeva, a nord dell’isola di Huahine, uno degli spot culturali più interessanti per una visita è quello del museo Fare Pote’e, una piccola struttura ben tenuta che conserva alcuni reperti in grado di raccontare le radici dell’isola e della tradizione polinesiana. Accanto al museo, è possibile anche visitare il marae di Maeva, un luogo sacro a cielo aperto che veniva utilizzato per celebrazioni religiose e civili.

Manihi, perle coltivate - Le principali isole dell’arcipelago delle Tuamotu vantano diverse soluzioni per visitare le locali coltivazioni di perle. É proprio a Manihi che furono creati i primi siti per la coltivazione delle famose perle di Tahiti, a partire dal 1965. Una visita presso uno degli stabilimenti locali è sicuramente un ottimo modo per conoscere la paziente ed accurata arte che si cela dietro alla creazione di questi preziosi doni della natura.

Tahiti, associazione culturale 'Arioi - A Papara, nell’area sud di Tahiti, il centro artistico e culturale ‘Arioi si pone l’obiettivo di tramandare le arti e le tradizioni polinesiane alle generazioni più giovani. Il centro propone attività come lezioni di ukulele, di danza tradizionale, di cucina, di musica e di artigianato, guidate da un team di esperti ed appassionati della propria cultura.

Moorea, Centro culturale Espace Loisirs Kultur - Anche a Moorea, a Papetoai, è possibile scoprire la cultura polinesiana e le sue più ricche tradizioni, presso il nuovo centro culturale Espace Loisirs Kultur (ELK) dove vengono organizzate lezioni e laboratori di danza, musica, artigianato, sport e molto altro per diffondere il sapere e coinvolgere residenti e visitatori.

Hiva Oa, Casa museo di Paul Gauguin -  Per conoscere i luoghi e le atmosfere che hanno ampiamente influenzato un intero periodo artistico del pittore francese Paul Gauguin, non si può che far visita alla “Maison du Jouir”, il piccolo museo dedicato al pittore e a quella che fu la sua casa, oltre che al cimitero dove è oggi sepolto, sulla suggestiva isola di Hiva Oa, nel remoto arcipelago delle Marchesi.

Per maggiori informazioni: www.tahititourisme.it

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali