FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Taylor Swift vince la causa per molestie sessuali

Il giudice ha dato ragione alla popstar, che non dovrà quindi risarcire lʼex dj David Mueller

Taylor Swift vince la causa per molestie sessuali

Taylor Swift ha vinto la causa contro David Mueller. Il giudice del tribunale di Denver William Martinez ha respinto la causa dell'ex dj, il quale aveva chiesto all Swift, a sua madre e al responsabile della promozione radiofonica Frank Bell un risarcimento pari a tre milioni di dollari. Sosteneva infatti che le accuse di molestie a suo carico avessero portato al licenziamento dall'emittente radiofonica presso la quale lavorava, la KYGO.

Secondo Martinez, l'ex dj non è infatti riuscito a dimostrare che la cantante fosse direttamente responsabile del suo licenziamento. Restano da chiarire le posizioni della madre della cantante, Andrea, e di Frank Bell, anch'essi citati in giudizio da Mueller. I due per il momento restano ancora coinvolti nel procedimento, avendo il giudice deliberato solo a favore delle Swift e non degli altri soggetti coinvolti.

La causa per risarcimento presentata da Mueller è stata l'origine del processo che ha visto poi lo stesso ex speaker radiofonico sul banco degli imputati per molestie sessuali. Fu la stessa Taylor Swift a decidere di reagire alla citazione, portando l'allora dj davanti al giudice per averle afferrato il sedere ed essere rimasto attaccato con la mano alla natica nuda.

Taylor Swift è la paperona di Hollywood

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE