FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Michael Jackson, in un documentario nuove accuse di abusi sessuali su bambini

"Leaving Neverland" sarà presentato in anteprima al Sundance Festival

Non c'è pace per Michael Jackson. Nell'anno del decennale della morte della popstar un documentario torna ad accusarlo di abusi sessuali nei confronti di bambini. "Leaving Neverland", questo il titolo del documentario, verrà presentato in anteprima al Sundance Festival 2019. A produrlo e dirigerlo è stato Dan Reed, già autore dei documentari "The Pedophile Hunters" e "Three Days of Terror: The Charlie Hebdo Attacks".

Secondo la rivista Rolling Stone, che cita una sinossi della produzione, "al culmine della sua popolarità, Michael Jackson iniziò una lunga relazione con due bambini, di 7 e 10 anni, e con le loro famiglie. Ora hanno 30 anni, e raccontano la storia di come Jackson abusò sessualmente di loro, e come riuscirono a convivere con questi ricordi anni dopo"

Non è chiara l'identità delle due presunte vittime, perché i due fratelli che accusarono nel 2005 Jackson di molestie hanno ora poco più di vent'anni. Nel 2013 il coreografo Wade Robson, che ora ha 36 anni, denunciò Jackson per abusi sessuali subito quando aveva 7 anni, ma il caso fu archiviato nel 2017. Il Sundance Festival 2019 si svolgerà dal 24 gennaio al 4 febbraio in Utah.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE