FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Led Zeppelin, “Stairway to Heaven” di nuovo in tribunale con l’accusa di plagio

Dopo una prima assoluzione nel 2016, la band dovrà dimostrare ancora di non avere copiato il celebre singolo da “Taurus”, brano strumentale della band Spirit

Led Zeppelin, “Stairway to Heaven” di nuovo in tribunale con l’accusa di plagio

Il 23 settembre i Led Zeppelin tornano in tribunale per difendersi dall’ennesima accusa di plagio per “Stairway to Heaven”, il loro singolo più iconico. Secondo un giudice americano, tra la celebre canzone e “Taurus”, un pezzo strumentale della band Spirit, ci sarebbero somiglianze sufficienti per portare il caso di fronte alla Corte d’Appello di San Francisco. Nel 2016, Robert Plant e Jimmy Page, cantante e chitarrista dei Led Zeppelin, si erano già presentati in tribunale per lo stesso motivo, ma erano stati assolti.

I precedenti - Tutto è partito, anni fa, dall’accusa di plagio presentata da Michael Skidmore, amministratore fiduciario di Randy Wolfe, ultimo chitarrista degli Spirit, che da sempre rivendicava i diritti d’autore della canzone. Secondo la versione di Skidmore, i Led Zeppelin avrebbero copiato il riff di chitarra di “Taurus”, dopo averla sentita suonare durante un tour nel 1968. Page e Plant hanno sempre negato questa versione della storia, affermando invece di aver scritto "Stairway to Heaven" in un cottage del Galles, interamente di loro pugno. Nel 2016, i giurati presenti in tribunale avevano deciso che il singolo non infrangeva nessun copyright, ma ora i Led Zeppelin si devono presentare di nuovo a processo, poiché sarebbero stati scoperti alcuni errori nella gestione della giuria precedente.

Il verdetto potrebbe cambiare le leggi sul copyright negli Stati Uniti - Al di là della querelle tra le due band, il nuovo verdetto potrebbe avere implicazioni sulle attuali leggi sul copyright negli Stati Uniti. “Sarà necessario stabilire quanta creatività è necessaria per dare vita a qualcosa di tutelabile”, ha affermato Wesley Lewis, avvocato specializzato in copyright. “Nella musica, potrebbe essere una scala cromatica. Ma ci sono analogie di tutti i tipi. Per esempio, una linea di codice di un software è protetta dal copyright? In una coreografia, quali sono i passi tutelati? Questo procedimento è fondamentale per fare chiarezza”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali