FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Referendum, Calderoli deposita il quesito sulla legge elettorale

"Presto raccoglieremo firme per sostenere il referendum elettorale e per fare in modo che il cittadino possa eleggere direttamente il presidente della Repubblica"

Una delegazione, guidata dal vicepresidente del Senato Roberto Calderoli (Lega Nord), ha depositato in Cassazione il quesito per proporre un referendum sulla legge elettorale. La richiesta prevede di abrogare la parte proporzionale del Rosatellum. A sostegno i consigli regionali di Veneto, Sardegna, Lombardia, Friuli, Piemonte, Abruzzo, Liguria e Basilicata.

"Presto raccoglieremo firme per sostenere il referendum elettorale e per fare in modo che il cittadino possa eleggere direttamente il presidente della Repubblica", ha detto il senatore del Carroccio.

"Dal momento in cui si è iniziato a parlare di questo referendum, da un proporzionale puro sono iniziati a spuntare nei vari partiti proposte maggioritarie, diversi costituzionalisti si sono già proposti per sostenere il referendum e per andare a rappresentarci in Corte", ha proseguito.

"Abbiamo avuto anche contatti con il papà di questi referendum, il professor Segni, quindi credo che con una raccolta di firme, che comunque andremo a fare a sostegno della proposta, si creerà anche un fronte popolare rispetto da una parte al referendum abrogativo con maggioritario, dall'altro alla proposta perché il cittadino possa eleggere direttamente il presidente della Repubblica, che credo sia molto auspicato da tutto il Paese", ha concluso Calderoli

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali