FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Eʼ "M" mania: a Napoli e Torino avvistate persone con strani dispositivi a forma di M

Crescono le segnalazioni di giovani e meno giovani che utilizzano quelli che sembrano essere device tecnologici. Ma per ora restano un mistero

Nessuno sa di preciso che cosa siano, come si usino, da dove arrivino; quel che è certo è che si stanno diffondendo rapidamente. All’inizio sono stati avvistati a Napoli, tra piazza Dante e piazza San Domenico Maggiore. Ma nelle stesse ore segnalazioni sono arrivate anche da alcuni uffici del Lingotto, a Torino. E poi, ancora nel capoluogo partenopeo, li hanno visti in via Umberto I, e poi in piazza Municipio e, tra gli sguardi sempre più stupiti dei passanti, in galleria Umberto I e in piazza Plebiscito.

Sono senza dubbio dispositivi dal design originale e inusuale, rossi e a forma di “M”; ma la loro funzione non è chiara: in galleria, a Napoli, un fotografo lo stava adoperando per lo shooting di una procace modella. E anche sul lungomare Caracciolo due increduli e imbarazzati passanti hanno raccontato che una coppia di giovani li ha fermati, chiedendo di scattare loro una foto ricordo con l’apparecchio. In piazza Plebiscito, invece, a usare la “M” rossa era un ragazzo sulla ventina, che però questa volta lo adoperava come se fosse uno smartphone.
A Torino, invece, il “colletto bianco” segnalato al Lingotto con l’apparecchio sospetto aveva una con sé “M” più grossa, delle dimensioni di un laptop. Sempre rosso, il dispositivo questa volta veniva utilizzato come un normale computer. Mentre in metropolitana, prima alla stazione del Lingotto e poi tra le fermate Carducci e Dante, la “M” rossa era adoperata come auricolare da due giovani e come cuffia a padiglione da un’anziana signora. E, ancora nel capoluogo piemontese, un paio di uomini di mezz’età sono stati visti con la “M” al polso: uno in piazza San Carlo, il secondo alla stazione di Porta Susa.

L’ultima segnalazione in ordine di tempo giunge ancora da Napoli, dove un uomo ha raccontato che il suo barbiere di fiducia, ha cercato di dargli l’usuale spuntatina alla barba con un aggeggio a forma di “M”.
Intanto, gli avvistamenti continuano, ma che cosa ci sia dietro la “M” mania che sta rapidamente dilagando nelle due città non è ancora chiaro.
Che sia il lancio di una nuova tecnologia? Per ora, l’unica certezza che accomuna tutte le segnalazioni è quella “M” rossa. Una “M” come “Mistero”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali