FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Usa, caos alle Hawaii per un falso allarme missilistico sui cellulari

Messe in moto le operazioni di emergenza, ma le autorità poi smentisco: "Nessuno ci sta attaccando". Ora dovranno spiegare come sia potuto accadere

Usa, caos alle Hawaii per un falso allarme missilistico sui cellulari

"Nessuno sta bombardando le Hawaii". Così le autorità dello Stato Usa hanno tranquillizzato la popolazione locale dopo l'allarme lanciato sui telefonini che ha gettato nel panico e nel caos gli abitanti: "Un missile balistico si sta dirigendo verso l'arcipelago, mettersi immediatamente al riparo. Questa non è un'esercitazione". Subito sono scattate le procedure di emergenza, ma nel giro di poco tempo si è scoperto che si trattava di un falso allarme.

L'episodio, che ora le autorità, messe seriamente in imbarazzo, dovranno spiegare (per ora il governatore si è limitato a chiedere scusa alla popolazione per "la sofferenza e la confusione"), è comunque il segnale della tensione legata alla minaccia nucleare della Corea del Nord, il cui regime ha assicurato di aver sperimentato con successo missili balistici in grado di colpire ovunque negli Stati Uniti, in particolare gli Stati nell'Oceano Pacifico.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali