FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Hong Kong, altissima tensione: per la polizia è in corso una "rivolta"

I manifestanti protestano contro la legge, fortemente voluta da Pechino, che se approvata permetterebbe lʼestradizione in Cina dei cittadini sotto processo

Altissima tensione a Hong Kong dove si manifesta contro la legge, fortemente voluta da Pechino, che se approvata permetterebbe l'estradizione in Cina dei cittadini sotto processo. Secondo i media locali, i manifestanti sono entrati nella sede del Parlamento e la polizia antisommossa ha risposto sparando gas lacrimogeni e fumogeni all'interno dell'edificio. Il capo della polizia ha reso noto che gli scontri sono stati classificati come "rivolta".

La protesta è stata affrontata dalla polizia in tenuta antisommossa che ha usato spray al peperoncino contro i manifestanti, allo scopo di disperdere la folla. Intanto, il Consiglio legislativo locale, che è filo cinese, ha rinviato la discussione in seconda lettura del disegno di legge. L'incontro, fanno sapere, sarà "convocato in un secondo momento". Ma a dispetto delle proteste, il governo locale ha ribadito che andrà avanti con il disegno di legge.

Un voto finale è previsto per il 20 giugno con il Consiglio legislativo che prevede di approvare il progetto, secondo quanto riferiscono i media locali. I critici del disegno di legge sulle estradizioni in Cina citano il presunto ricorso a torture, detenzioni arbitrali e confessioni forzate del sistema giudiziario cinese. Il testo, se approvato, consentirebbe richieste di estradizione dalle autorità di Cina, Taiwan e Macao per indagati accusati di reati penali quali omicidio e stupro. Le richieste, se avanzate ufficialmente, sarebbero esaminate caso per caso.

Il disegno di legge arriva dopo che un 19enne di Hong Kong ha ucciso la sua fidanzata incinta di 20 anni mentre erano in vacanza a Taiwan, nel febbraio dello scorso anno. L'uomo è fuggito a Hong Kong e non può essere estradato a Taiwan perché non esiste un trattato di estradizione bilaterale.

Intanto Pechino ha definito "false" le voci sull'invio delle forze di sicurezza a Hong Kong per riportare l'ordine. Il portavoce del ministero degli Esteri, Geng Shuang, ha bollato i rumor come "disinformazione": "Posso dire chiaramente che si tratta di una falsità che viene diffusa per ingannare le persone e per creare panico, il motivo è esecrabile".

Hong Kong, rivolta contro legge che permette lʼestradizione di sospetti verso la Cina

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali