FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Erin Brockovich contro lʼanticoncezionale definitivo: "Eʼ una barbarie"

A "Le Iene" lʼattivista che ha combattuto contro "Essure"

Un piccolo intervento in cui alle donne, attraverso l’utero, vengono inserite le due spirali nelle tube di Falloppio, che creando una sorta di infiammazione, provocano cicatrici che impediscono agli spermatozoi di arrivare fino alle ovaie. Questo è il metodo per impiantare la spirale Essure: una soluzione che sembra estremamente comoda per le donne che non possono usare anticoncezionali e che non vogliono sottoporsi a un intervento chirurgico.

Ma ci sono dei problemi: per molte persone, dopo l’impianto, sono arrivati i primi sintomi. Dolori fortissimi, perdite di sangue, ma anche problemi di vista e addirittura caduta di capelli. “Le Iene” hanno raggiunto Erin Brockovich, l’attivista statunitense che al cinema aveva il volto di Julia Roberts, che da anni si batte contro Essure: “Ho fatto delle ricerche e ho capito quanto fosse barbarico questo dispositivo. Solo quando tante donne si faranno sentire, allora le istituzioni inizieranno ad ascoltarle.

Negli Stati Uniti sono decine di migliaia le donne che hanno impiantato Essure, ma fortunatamente sono molte quelle che lo hanno rimosso con successo”. “Le Iene” hanno chiesto al ministro della Salute Giulia Grillo di incontrare le donne che hanno avuto questo impianto e di fare una campagna informativa su questo prodotto. Intanto il programma di Italia 1 ha creato un'area sul proprio sito dedicata proprio a coloro che volgiono raccontare la loro esperienza con Essure.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali