FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Gavettoni al Capodanno buddista: il festival dellʼacqua nella Cina sudoccidentale

Anche nella provincia dello Yunnan si celebra la festività tra sacro e profano: preghiere e secchiate per purificarsi spiritualmente per lʼinizio del nuovo anno

Il Capodanno buddista, Songkran, cade la seconda domenica di aprile anche nella provincia dello Yunnan, nella Cina sudoccidentale, dove vive l'antico popolo Dai. E, anche qui, come tradizione vuole in Birmania, Cambogia, Sri Lanka, Laos, Thailandia, per festeggiare l'arrivo del nuovo anno piovono gavettoni e secchiate sui partecipanti del festival dell'acqua, che attira turisti da tutto il Paese. Una celebrazione di tre giorni a metà tra sacro e profano: alle preghiere, infatti, si alternano bagni e spruzzi di idranti, un gran divertimento che però ha anche un significato spirituale legato alla purificazione.

Sembra più un carnevale che un capodanno. I partecipanti si gettano acqua addosso in qualsiasi modo: con pistole ad acqua, bottigliette, secchi, gavettoni e persino idranti. Talvolta vengono anche montati palchi dai quali prendere a secchiate la gente sottostante, mentre sfilano auto cariche di giovani che vengono innaffiati. Accanto a ciò c'è chi recita preghiere per preparasi alla rinascita primaverile e allontanare la cattiva sorte.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali