FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lavoro, Istat: la disoccupazione scende al 9,5%, ai minimi dal 2011

Anche tra i giovanissimi diminuiscono le persone in cerca di un impiego. Ma torna a salire il numero degli inattivi

Ad agosto il tasso di disoccupazione scende al 9,5%, in diminuzione di 0,3 punti percentuali su base mensile. Lo rileva l'Istat, spiegando che si tratta del minimo dal novembre del 2011, quindi da quasi otto anni. La disoccupazione giovanile (15-24 anni) cala di 1,3 punti percentuali su base mensile, portandosi al 27,1%. E' il tasso più basso, sottolinea l'Istat, da agosto del 2010, ovvero da nove anni.

Tornano a crescere gli inattivi - L'Istituto di statistica segnala però contemporaneamente anche un ritorno alla crescita dell'inattività, dopo cinque mesi di stop. Tra i 15 e i 64 anni, coloro che non hanno un lavoro e neanche lo cercano sono aumentati di 73mila unità rispetto a luglio.

Occupati stabili: più over 50, meno under 25 - Ad agosto la stima degli occupati risulta sostanzialmente stabile rispetto a luglio, con l'Istat che riscontra su base mensile un aumento per gli ultracinquantenni (+34mila) e un calo per le altre classi d'età, in particolare tra i 15-24enni, dove il numero di occupati scende di 23mila. Guardando al tipo di occupazione si rileva una crescita dei dipendenti, soprattutto permanenti (+27mila), mentre diminuiscono gli indipendenti (-33 mila). Quanto al tasso degli occupati, si resta ai massimi storici, già toccati nei mesi scorsi (59,2%).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali