FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dl Crescita, è stretta sugli affitti brevi: arriva il "codice unico"

Istituita una banca dati presso lʼAgenzia delle Entrate. Inoltre sono stati rafforzati gli obblighi per il versamento della tassa di soggiorno

Il governo ha varato una stretta anti-evasione sugli affitti brevi e sulle case vacanze. Le nuove norme sono state inserite nel decreto Crescita. In particolare è stato istituito un "codice unico" per identificare tutte le strutture ricettive, con l'iscrizione ad una banca dati presso l'Agenzia delle Entrate. Inoltre sono stati rafforzati gli obblighi per il versamento delle imposte, compresa la tassa di soggiorno.

Multe per chi non è in regola - Chi non pubblicherà il suo codice di identificazione, che sarà raccolto in una apposita banca dati, rischia una multa da 500 a 5mila euro. Ai Comuni saranno dati "in forma anonima e aggregata per struttura" i dati delle comunicazioni delle presenze per la pubblica sicurezza.

Centinaio: "Codice affitti fondamentale per migliore l'offerta turistica" - "Finalmente, grazie al nostro lavoro, anche l'Italia si dota di un fondamentale strumento che consentirà di migliorare l'offerta turistica". E' il commento del ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio. "Il codice identificativo e l'iscrizione a una banca dati presso l'Agenzia delle Entrate per gli affitti brevi, e le locazioni presso strutture ricettive, consentirà di evitare eventuali evasioni fiscali o elusioni. Il nostro obiettivo era arrivare all'approvazione entro l'estate. Ce lo chiedeva tutto il mondo del turismo. Un settore molto importante per il nostro Paese. Con l'impegno di tutti abbiamo raggiunto un risultato importante", sottolinea.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali