FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Trasloco in vista? Ecco come affrontarlo senza stress

Approfittare delle feste per cambiare casa: lʼidea è ottima, ma è meglio organizzarsi per tempo onde evitare pericolose crisi di nervi

Il periodo delle vacanze di Natale è spesso scelto per il trasloco: un po' perché le attività lavorative e scolastiche si fermano, un po' perché spesso i contratti di affitto o la nuova proprietà di immobili parte con l'inizio dell'anno. Se l'idea di cambiare casa, trasferirci ma soprattutto il dover imballare ogni cosa per portarla altrove ci fa venire l'ansia, la soluzione è pianificare con calma il da farsi e procedere un passo per volta.

Trasloco in vista? Ecco come affrontarlo senza stress

Serenità: questa la parola d'ordine che dobbiamo assolutamente fare nostra per evitare ansia e stress in caso di trasloco. Ecco qualche piccolo suggerimento per organizzarsi e mantenere la calma.

Meglio abbondare: la prima cosa di cui munirsi in quantità industriale sono le scatole. Grandi, medie, piccole: l'importante è non rimanere senza. Tutti abbiamo l'impressione di non avere poi granchè da spostare, ma quando iniziamo a procedere ci stupiamo sempre di quanta roba abbiamo accumulato e che dovremo portarci via. Non costano molto, ma se il budget sta involontariamente decollando possiamo sempre fare un giro tra le bancarelle del mercato o in fomdo alle casse del supermercato: approvvigiornarsi a costo zero non è male. 

Moving kit: lo scatolone da solo non basta; andranno comprati in abbondanza sia i nastri adesivi per l'imballaggio (per interderci, quello marrone) sia i pennarelli colorati a punta grossa, che serviranno per indicare sulle scatole cosa contengono e il giusto verso per riporli. Suggerisco anche di numerare ogni scatolone e riportare su un quaderno il numero con relativo contenuto: sarà più facile poi individuare dove trovare questa o quell'altra cosa quando saremo arrivati nella nuova abitazione.

Alto, fragile: mettiamoci l'animo in pace, perché sicuramente qualche oggetto andrà rotto. Per evitare però che il danno sia troppo grande (per il nostro portafoglio e per la nostra tenuta psicologica) meglio imballare gli oggetti fragili con il pluriball e fogli di giornale accartocciato tra uno strato. e l'altro Già che abbiamo il pennarello conviene segnare il lato alto di ogni scatola con una freccia, per evitare che nel trasloco vengano rovesciati causando danni irreparabili. Meglio indicare anche le scatole solide e quelle con un contenuto più fragile, abbiamo maggiori possibilità che quelle leggere vengano poste sopra le altre senza fare danni. Non è detto che tutto funzioni alla perfezione, ma val la pena provarci.

Dal più piccolo al più grande: in tutto c'è un ordine, anche nelle stanze da "inscatolare" per prime. Partiamo dagli ambienti più piccoli, non solo perché destineremo quelli più grandi a contenere le scatole già preparate, ma anche perché vedere una camera già sgombra sarà di aiuto al nostro umore, già messo a durissima prova. 

I capi appesi: i nostri vestiti e tutto l'abbigliamento possono essere coperti da fodere di plastica e sistemati sulle rastrelliere o stander: sarà facile e veloce risistemarli nella nuova casa, senza stropicciarli nè sporcarli inutilmente. Facile ed efficace!

Occhio al look: durante il trasloco meglio ricordarsi di indossare capi comodi e pratici, oltre a scarpe da ginnastica o comunque senza tacco. Per la cura del nostro outfit avremo tutto il tempo appena saremo approdate nel nuovo nido, anzi sarà divertente studiare anche un look tutto nuovo che ci faccia sentire in sintonia con la nuova dimora. Evviva la novità.

Idea furba: come per quando si viaggia in aereo, val la pena di fare un mini bagaglio con tutto l'occorrente per superare la prima notte anche in assenza di tutto il nostro guardaroba. Il necessario per l'igiene personale (spazzolino, dentifricio, salvietta, ecc) e un cambio saranno sufficienti per sopravvivere sino a quando non sarà arrivato lo stander coi vestiti e le prime scatole non saranno state aperte. La prudenza non è mai troppa...

C'è anche Fido: anche per il nostro amico peloso il nuovo ambiente sarà una novità con cui prendere le misure (e l'odore). Dedichiamogli una scatola con la sua copertina e le sue scodelle, sarà un modo per farlo sentire a casa... anche in un box di cartone.

Evviva il riciclo: con le scatole in buono stato e senza dover tirar fuori altra roba che poi dovremo riporre, potremo realizzare un nostro personalissimo albero di Natale con qualche nastro rosso e qualche pallina. Sarà bello festeggiare nella nuova casa e brindare ad un anno tutto da inventare. Prosit!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali