FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cura di sé: il benessere comincia dai piedi

Le nostre estremità hanno bisogno di attenzioni specifiche, importanti per il buon equilibrio di tutta la persona

I piedi sono le nostre radici, quello che ci connette con la terra e che assicura la nostra mobilità: Averne cura è, letteralmente, il primo passo per essere in equilibrio con tutta la persona, per sentirci bene, pieni di energia e partire alla conquista dello spazio circostante. Purtroppo, le estremità inferiori sono spesso trascurate, costrette in calzature poco salubri e curate in modo saltuario e inadeguato: vediamo di quali cure hanno bisogno per restare in piena salute.

CONTROLLARE IL PASSO – Avere un appoggio scorretto del piede sul terreno quando camminiamo può causare una lunga serie di problemi anche gravi, compreso il mal di schiena e alcune tipologie di mal di testa. Se abbiamo il minimo dubbio che ci sia qualcosa che non va, è d’obbligo una visita di controllo, per verificare che non ci siano patologie come alluce valgo o malformazioni dell’arco plantare. Quando camminiamo verifichiamo la nostra postura: bisogna muoversi in modo fluido, con la schiena dritta, l’ombelico leggermente “tenuto”, le spalle e le braccia rilassate.

LE SCARPE IDEALI – Con buona pace della fashioniste, la scarpa ideale per la salute del piede ha la punta arrotondata per consentire il movimento delle dita, una forma confortevole, un tacco di 4-5 centimetri ed è fatta di materiali naturali e traspiranti. Quando scegliamo un paio di scarpe dobbiamo tener presente, oltre all’appeal della calzatura, anche la conformazione anatomica del nostro piede e la sua comodità. I tacchi alti o altissimi andrebbero indossati solo nelle occasioni speciali e per un numero limitato di ore al giorno. Quando non si vuole rinunciare a una scarpa gioiello, bella e impossibile, è sempre valida l’opzione della ballerina “tattica” di scorta, da portare in borsetta per una sostituzione discreta ma efficace.

PIEDI SOTTO CONTROLLO – Anche le nostre estremità vanno sorvegliate con attenzione: basta un indurimento, una vescica o un’unghia tagliata in modo non adeguato per procurarci fastidi e dolore. Merita attenzione anche la pianta del piede, per evitare indurimenti e callosità: nel caso si può ricorrere a un buon pedicure curativo, da fare d’abitudine almeno due volte l’anno e non solo all’inizio dell’estate. L’idratazione è fondamentale: una cute secca e assottigliata si screpola più facilmente ed è più esposta a disturbi di vario genere. Un punto molto delicato è il calcagno, in cui disidratazione, screpolature e indurimenti sono più frequenti.

PEDILUVIO, COME FARLO – E’ uno dei rimedi della nonna, sempre attuali ed efficaci contro la stanchezza delle gambe e dei piedi. L’ideale è utilizzare acqua tiepida (intorno ai 36 gradi e mai troppo calda), tenendo in ammollo le estremità per non oltre dieci minuti. Volendo si possono aggiungere all’acqua dei sali da bagno, oppure del bicarbonato o oli essenziali. Al termine, risciacquare bene i piedi e soprattutto asciugarli con la massima cura, anche nella zona tra le dita.

MIGLIORARE LA CIRCOLAZIONE – Se abbiamo spesso i piedi freddi o stanchi, potremmo provare sollievo migliorando la circolazione della parte inferiore del corpo. Non trascuriamo l’attività fisica: facciamo una passeggiata quotidiana, usiamo le scale invece dell’ascensore, oppure pedaliamo in bicicletta o sulla cyclette. Quando siamo in relax, scegliamo una posizione che ci permetta di tenere le gambe sollevate, scaricando il peso e favorendo il deflusso dei fluidi; evitiamo di rimanere troppo a lungo in piedi e controlliamo il peso corporeo.

RIFLESSOLOGIA PLANTARE – Secondo questa forma di medicina alternativa, a determinate zone della pianta dei piedi corrispondono i diversi organi e le articolazioni. Stimolando queste aree con massaggi e digitopressioni è possibile agire sull’organo o sul sistema corrispondente, migliorandone la salute e il benessere. Anche se gli studi sulla reale efficacia curativa della riflessologia è ancora controversa, di certo il trattamento è rilassante e molto gradevole. Agisce inoltre sulla circolazione linfatica, allevia lo stress e attenua alcuni stati dolorosi.

A PIEDI NUDI – Liberare il piede a fine giornata dalla costrizione delle scarpe è una sana abitudine da seguire tutto l'anno. Quando è possibile nella bella stagione si può camminare scalzi anche fuori casa, sull'erba o sulla sabbia; quando fa più freddo basta limitarsi al pavimento di casa, specie se è di legno o di moquette. Camminare a piedi nudi ha riconosciuti effetti benefici sulla circolazione, favorisce il naturale equilibrio e dà sollievo alle tensioni accumulate durante la giornata.

Il benessere ai tuoi piedi

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali