FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Firenze, chiesto rinvio a giudizio agli ex carabinieri accusati dello stupro di due ragazze Usa

Marco Camuffo e Pietro Costa sono accusati di violenza sessuale aggravata. I due sono stati recentemente destituiti dallʼArma

Firenze, chiesto rinvio a giudizio agli ex carabinieri accusati dello stupro di due ragazze Usa

La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio di Marco Camuffo e Pietro Costa, i due ex carabinieri accusati di aver violentato due studentesse americane di 20 e 21 anni a Firenze la notte tra il 6 e il 7 settembre, dopo averle riaccompagnate a casa con l'auto di servizio, senza metterlo al verbale. Per entrambi l'accusa è di violenza sessuale aggravata. Camuffo e Costa sono stati recentemente destituiti dall'Arma dei carabinieri.

Nei giorni scorsi Costa e Camuffo erano stati destituiti con una decisione adottata dall'Arma al termine di un'indagine disciplinare, avviata parallelamente all'inchiesta penale a seguito delle denuncia delle giovani americane. Entrambi erano già stati sospesi e tenuti a metà stipendio. Davanti al tribunale militare inoltre è fissata per il prossimo 27 giugno l'udienza preliminare per i reati di concorso in violata consegna e in peculato militare.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali