FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Monza, spara e uccide la moglie per strada: poi si costituisce

La donna è morta durante il trasporto in ambulanza verso lʼospedale

Monza, spara e uccide la moglie per strada: poi si costituisce

Una donna di 56 anni, Valeria Bufo, è stata uccisa a colpi di pistola dal marito, a Bovisio Masciago (Monza). L'uomo, il 57enne Giorgio Truzzi, dopo averla seguita in auto, a un semaforo è sceso e ha fatto fuoco, andando quindi a costituirsi ai carabinieri. Nonostante i tentativi dei soccorritori di salvarla, la donna è deceduta durante il trasporto in ospedale. La coppia era in crisi da tempo e vicina alla separazione.

Il delitto si è consumato verso le 13 in una via del centro di Bovisio Masciago, quando la donna, lasciato l'ufficio si era diretta verso la stazione dove ad attenderla c'era la figlia minore. Almeno due i proiettili che l'hanno raggiunta al cuore, un altro al torace, al gomito e ad una mano, segno che la donna ha probabilmente tentato di proteggersi dai colpi.

Dopo averle sparato, Truzzi l'ha lasciata agonizzante, riversa sui sedili della sua Alfa Romeo Giulietta, ed è risalito a bordo della sua Smart guidando fino alla caserma dei carabinieri di Seveso, a una manciata di chilometri da casa sua, per costituirsi. L'uomo, autista presso una società di Lentate sul Seveso (Monza), davanti ai militari ha ammesso di aver ucciso la moglie, accennando alla crisi coniugale, ed è stato trasferito in carcere a Monza.

I militari hanno trovato l'arma del delitto dopo alcuni sopralluoghi nella zona vicina a quella dell'agguato: il 57enne l'aveva lanciata da un cavalcavia. Si tratterebbe di un revolver di grosso calibro di cui si ignora la provenienza: Truzzi non risulta avere il permesso di detenere armi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali