FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bergamo, 20enne muore in un incendio allʼospedale Papa Giovanni XXIII: aperta unʼinchiesta per omicidio colposo

Il rogo è divampato nel reparto di psichiatria. Altri otto pazienti sono rimasti intossicati. Diversi malati trasferiti in altre strutture. Lʼaccusa della Uil: "Colpa del mancato turnover"

E' di una donna morta e di otto pazienti intossicati il bilancio di un incendio scoppiato nella torre sette dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. La vittima, una paziente di 20 anni ricoverata nel reparto di psichiatria al terzo piano, si trovava nella stanza da cui sono partite le fiamme. L'incendio è stato spento e sul caso è stata aperta un'inchiesta per omicidio colposo. L'ospedale ha avviato un'indagine interna.

Il rogo si è sviluppato poco dopo le 10 al terzo piano della torre 7, nel reparto di psichiatria dell'ospedale. Il personale medico e infermieristico ha immediatamente evacuato 67 pazienti del reparto e di quelli adiacenti. Purtroppo, come comunica l'Asst, non è stato possibile raggiungere una paziente, la cui camera di degenza è stata completamente invasa dal denso fumo e delle fiamme, che si sono sviluppate in pochi istanti. In un primo momento si era ipotizzato un gesto autolesionistico della paziente poi deceduta, ma adesso sono aperte tutte le ipotesi. 

Quando i vigili del fuoco hanno raggiunto la stanza dove si trovava la giovane era troppo tardi e hanno potuto solo constatarne il decesso. "La Direzione e tutto il personale - sottolinea l'Asst - sono profondamente scossi e addolorati da quanto è accaduto. Un'indagine interna è già stata avviata, offrendo massima collaborazione agli inquirenti". Intanto gli altri malati sono stati trasferiti negli ospedali di Treviglio e Alzano Lombardo, nella Bergamasca, e a Leno, nel Bresciano.

Uil: "Colpa del mancato turnover in ospedale" - Sulla tragedia, è intervenuta la Uil Fpl di Bergamo . "Quanto accaduto - dice il segretario generale Rossella Buccarello - disegna ed evidenzia uno scenario che da tempo portiamo all'attenzione delle autorità. L'assenza di monitoraggio dei pazienti della Torre 7 si inserisce all'interno di una realtà fatta di blocco del turnover, mancanza strutturale di medici dato che molti vanno in pensione e non vengono sostituiti e l'impossibilità di implementare il personale educativo infermieristico e Oss".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali