FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Udine, non ordina la pizza in friulano: donna picchiata da avventore

Un uomo del posto di 45 anni probabilmente alterato dallʼuso di alcol lʼha colpita al volto con un pugno: denunciato per lesioni

Udine, non ordina la pizza in friulano: donna picchiata da avventore

Parla solo italiano e non friulano  per questo viene aggredita in un locale pubblico. È quanto successo a una donna di origini straniere di 47 anni residente a Cavasso Nuovo (Pordenone). Stava ordinando una pizza da asporto utilizzando la lingua italiana e non il friulano quando un avventore del locale l'ha colpita con un pugno al volto. L'episodio - riferito dal "Messaggero Veneto" - è accaduto in una pizzeria di Mereto di Tomba (Udine).

La donna era entrata nel locale insieme ad alcuni familiari per ordinare delle pizze. Sentendola parlare in italiano un cliente, un uomo del posto di 45 anni probabilmente alterato dall'uso di alcol, avrebbe cominciato a inveire nei suoi confronti per non avere parlato in friulano.

L'uomo l'avrebbe quindi colpita con un pugno al volto, causandole lesioni al viso giudicate dai sanitari guaribili in una decina di giorni. All'arrivo dei Carabinieri della Compagnia di Udine l'uomo si era già allontanato ma è stato comunque identificato e denunciato per lesioni. La donna ha già sporto denuncia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali