FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Napoli, polizia smentisce: nessuna aggressione a personale 118

Il sindaco De Magistris ora chiede le scuse: "E lʼinchiesta non è ancora finita"

Napoli, polizia smentisce: nessuna aggressione a personale 118

L'Ordine dei medici era intervenuto, lunedì, per condannare l'ennesima aggressione al personale del 118 affermando che "Napoli è come Raqqa". Ma la polizia, dopo le indagini, ha smentito quanto denunciato dagli operatori sanitari: non c'è stata alcuna origine dolosa dell'incidente, si è trattato di un fatto accidentale. L'ambulanza è stata colpita da un paletto che aveva divelto durante la corsa. Il sindaco De Magistris ora chiede le scuse.

"Tutto è stato tranne che un'aggressione all'ambulanza, ai medici e agli infermieri" dice il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in merito all'aggressione con un paletto di ferro ai danni di un mezzo del 118 denunciata sabato 12 maggio dal direttore della centrale operativa del 118 Giuseppe Galano, e da Paolo Monorchio, presidente della Croce Rossa di Napoli.

"Spiace - ha detto de Magistris - che approfittando di un episodio che sembrava andare in una direzione qualcuno ha pensato di utilizzarlo subito strumentalmente. Ormai appare chiaro da quello che emerge dai primi risultati investigativi, e dalle segnalazioni che i cittadini hanno trasferito agli organi istituzionali, che ci troviamo di fronte a una vicenda da una parte probabilmente casuale, uno scontro contro dei tubi di ferro, e per altri aspetti non anticipo cosa perché ancora al vaglio degli organi investigativi. Ci aspettiamo le scuse". Il presidente dell'Ordine dei Medici, Scotti, dopo l'episodio paragonò Napoli a Raqqa, la città siriana distrutta dall'Isis.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali