FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, un cane (sano) è stato soppresso per essere sepolto con la padrona: è polemica

La proprietaria aveva lasciato tale volontà sul testamento

Usa, un cane (sano) è stato soppresso per essere sepolto con la padrona: è polemica

Un cane sano è stato soppresso per essere sepolto insieme alla sua proprietaria. E' accaduto a Richmond, negli Stati Uniti. Era stata la stessa padrona a chiederlo esplicitamente nel suo testamento. Il caso dello Shih Tzu Emma - questo il nome dell'animale - ha scatenato le polemiche. Gli animalisti del Chesterfield County Animal Service, il rifugio per animali dove il cane era stato portato in attesa dell'eutanasia, avevano cercato di fermare l'esecutore delle volontà della donna, cercando di convincerlo a non uccidere Emma, bensì a darla in adozione, senza però riuscirci. La notizia ha fatto il giro del web, suscitando dibattiti e indignazione. Lo riportano i media americani.

I fatti risalgono a fine marzo, quando Emma è stata portata via dal rifugio per essere soppressa e, successivamente, cremata. Le sue ceneri sono poi state depositate in un'urna e consegnate a un rappresentante autorizzato. 

"Che mostro egoista", "Questo è senza cuore", "Disumano", sono solo alcuni dei commenti apparsi su Twitter. "E' proibito mettere i resti di un cane cremato - o qualsiasi altro animale - in una bara e seppellirli nei cimiteri pubblici", ha invece detto Larry Spiaggi, presidente della Virginia Funeral Directors Association.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali