FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Animali, Grillo: "Scatta lʼobbligo della ricetta veterinaria elettronica"

Il ministro della Salute: "Sarà in vigore da martedì. si tratta di un passo fondamentale nella strategia di lotta allʼantibiotico resistenza"

In Italia diventa obbligatoria da martedì la ricetta veterinaria elettronica. Ad annunciarlo in conferenza stampa è stato il ministro della Salute, Giulia Grillo. "Siamo il primo Paese ad adottare in Europa questo sistema innovativo nel campo della sanità animale che rappresenta un passo fondamentale nella strategia di lotta all'antibiotico resistenza", ha affermato.

Secondo il ministro, l'introduzione dell'obbligo della ricetta veterinaria elettronica rappresenta "un tassello importantissimo nel processo di innovazione digitale che riguarda la sanità italiana e di un tassello che riguarda specificatamente la sanità animale ma ha evidenti ripercussioni anche sulla salute umana".

Per la Grillo sarà una "garanzia per tutti, perché ci dirà puntualmente il consumo dei farmaci negli allevamenti e avremo dati precisi anche rispetto al consumo degli antibiotici". La resistenza agli antibiotici rappresenta, "una delle prossime sfide di salute pubblica - ha precisato -. Come ci dice l'Organizzazione Mondiale della Sanità: se non interveniamo in tempo, nel 2050, avremo quasi 2,5 milioni di morti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali